giovedì 31 maggio 2012

nath meets uendi.

 

Nuova rubrica su SillyBoyBlue called "nath meets..."ovvero l'incontro con alcuni artisti del panorama musicale della mia città e non.

Inauguriamo questa sezione con gli Uendi. Loro sono un duo (Angela alla voce e Damiano alla chitarra); si sono formati musicalmente all'incirca due mesi fa (anche se arrivano da esperienze musicali comuni - da ricordare gli "Angela e i Piccoli Ketty") caricando su YouTube alcuni viral ed homemade videos dei loro brani.

Questa lunga collaborazione nasce da un'amicizia simbiotica viscerale e da un'estrema facilità di partorire brani senza avere nessun tipo di filtro, Angela spiega: "l'importante per gli Uendi in questo momento è comunicare. I pezzi (in inglese ma soprattutto in italiano) vengono concepiti, provati e messi online in tempi record, solitamente nell'arco di 24 ore. Questo è dovuto ad una necessità vitale di immediatezza."


I loro pezzi vengono registrati nella cucina di Angela, semplicemente con un pc, scheda audio e microfono. Ed è proprio nella cucina di Angela, insieme alle sue due piccole belve (un chihuahua di nome Mono ed un pinscher di nome Zeno) che avviene la nostra intervista.


Ascoltando le vostre songs ci si domanda qual'è il filo conduttore, un denominatore comune; vediamo in ognuna di esse un sentimento di rancore/rabbia verso il mondo e la società che ci circonda…

Gli Uendi sono costituiti non dalle due persone che hai qui davanti (me - Angela - e Damiano) ma dalle parole che non riusciamo a dire in altro modo se non con un microfono e una chitarra distorta. Siamo senza alcuna pretesa; l'unica cosa importante per noi sono quelle parole.

E' vero: c'è rancore, rabbia, ma anche una voglia di rinascita, una voglia di chiudere alcuni paragrafi dolorosi..tutti noi li abbiamo. L'istinto di sopravvivenza spesso ti urla di tagliarli fuori e noi - "ZAC" - cerchiamo di farlo.

Che gruppi ascoltavate da piccoli e quali tenete ancora nel vostro cuore? Si sentono dei richiami ad essi nelle songs degli Uendi?

Per quel che mi riguarda (Angela) ti rispondo con una citazione di una cantautrice che mi piace molto, Maria Antonietta: "il mio gruppo preferito è sempre rimasto lo stesso: i RAMONES; infatti ti do un gossip...porto da anni una fede nuziale con inciso Ramones all'interno." Le band che fanno parte di noi sono tante…molte straniere e molte nostrane, sicuramente parecchie di loro ci hanno influenzato.



Un disco dei Ramones assolutamente da avere…

Io li posseggo tutti..in vinile..ma uno che secondo me merita ed è rimasto un pò in ombra è "Halfway to Sanity"

Qualche band nostrana che supportate?
Ci sono delle band nostrane alle quali siamo molto legati parlo dei Tre Allegri Ragazzi Morti, Wora Wora Washington di Treviso, Kill Your Boyfriend, Sick Tamburo e naturalmente la nostra band 
precedente, gli Angela e i Piccoli Ketty.

Siete "nati" principalmente su YouTube, Facebook e vari social networks...a quando un vostro live dove potremo sentire i pezzi che avete caricato sul web?

Guarda, inaspettatamente, anche se gli Uendi sono "nati" da pochissimo, siamo già in contatto con dei locali e club che sono curiosi di farci esibire..sinceramente ci stiamo preparando al debutto..ma suppongo che nel giro di qualche mese ci presenteremo di persona e non virtualmente.

Nei vostri live farete anche qualche cover che maggiormente apprezzate? Ci svelate qualche piccola preview?

Guarda per le cover..he he..teniamo il riserbo..probabile.."Death of Me" dei Ramones dell'album che ti ho citato precedentemente.




Come mai la scelta di un duo e non di un gruppo vero e proprio formato da più elementi?

Inizialmente è stata una scelta "comoda" nel senso che il progetto è iniziato talmente velocemente che ci siamo ritrovati a comporre in due e non volevamo la complicazione che spesso si trova nelle band di dover star dietro a gusti, tempi di altri componenti...

Suonando insieme da circa un decennio..io e Damiano non abbiamo neanche la necessità di doverci comprendere perchè abbiamo una conoscenza così profonda da intenderci al volo..comunque per i live ci avvaleremo sicuramente di altri componenti..e a dire la verità..c'è un Uendi in giro per il mondo che ci segue da lontano e speriamo in un ricongiungimento..ma su questo non posso assolutamente sbilanciarmi!

Speriamo possa ritornare in patria anche in veste di special guest magari!

Si! E poi, se devo dirti la verità, siamo molto gelosi del nostro progetto; nel senso che nella nostra testa è molto chiaro quello che noi vogliamo suonare...e non interessandoci il successo nel vero senso della parola non vogliamo scendere a nessun patto con eventuali componenti.


Voce graffiante, sigaretta in mano, asta e microfono...quando canti sembra che ti addentri in un mondo tutto tuo che conosci davvero bene...

Beh..chi mi conosce sa che la sigaretta e il microfono sono l'allungamento delle mie mani. Non posso farne a meno! Diciamo che quando suono riesco ad tornare in quel luogo dove si va solo quando si è bambini, quel luogo speciale, a volte meraviglioso, a volte spaventoso. Ci vado come una bambina ma con la consapevolezza di un'adulto.

E' molto difficile spiegare cosa provo mentre suono. Spero sempre che gli ascoltatori e spettatori riescano a vedere un pezzo di quel mondo, magari portandosene a casa anche solo un pezzetto. Io, a fine serata, mi porto in tasca ogni commento, sorriso, applauso o critica e me li tengo stretti. Mi arricchiscono emotivamente.

Anche Dami è molto simile a me, lui però non ha un mondo a differenza mia……ha un universo intero.

Diventa fan degli Uendi su Facebook ed ascolta i loro brani!

Gli Uendi sul nostro affiliate SheLovesUsa.com!

Photography: Marco Mantoani / Nathan Maria Radovic

Nessun commento:

Posta un commento